Torna alla pagina principale Vai al portale Unimore Vai al sito del Dipartimento di Ingegneria

Cronistoria

Ingegneria a Modena – La Cronistoria

Bozzetto preparatorio degli edifici del Campus

Bozzetto preparatorio degli edifici del Campus

 

1990 La Facoltà di Ingegneria dell’Università degli Studi di Modena è istituita con D.R. n. 240 del 31.07.89, pubblicato sulla G.U. n. 235 del 07.10.1989. E’ Rettore il prof. Mario Vellani
Con Decreto del Ministro dell’Università e della Ricerca Scientifica e Tecnologica del 26 febbraio 1990 viene nominato Preside della Facoltà il prof. Gian Carlo Pellacani a decorrere dal 30 gennaio 1990.
Con Decreto del MURST del 31.01.1990 sono assegnati alla Facoltà di Ingegneria tre docenti di prima fascia, undici di seconda fascia, un incaricato stabilizzato e due ricercatori, già afferenti alla Facoltà di Scienze MM.FF.NN, dove è presente un Biennio Propedeutico di Ingegneria che da quel momento passa a far parte della nuova Facoltà.
La prima seduta del consiglio di Facoltà si tiene il 13.02.1990
L’Istituto di Disegno viene trasferito dalla Facoltà di Scienze alla Facoltà di Ingegneria e costituirà il primo nucleo di aggregazione dei futuri Dipartimenti di Ingegneria. Ne è Direttore il prof. Angelo O. Andrisano.
I Corsi di Studi delle Lauree in Ingegneria dei Materiali e in Ingegneria Informatica hanno inizio nell’A.A. 1990-91 con l’attivazione dei primi tre anni.

1992 Il 24 febbraio 1992 è costituito il Consorzio Universitario per la Promozione e lo Sviluppo della Facoltà di Ingegneria. Avrà un ruolo decisivo per lo sviluppo del Campus di Ingegneria di Modena.
Nell’A.A. 1992-93 sono attivati il Corso di Laurea ed il Corso di Diploma Universitario in Ingegneria Meccanica. Il DU in Ingegneria Meccanica vedrà attiva una duplicazione a Reggio Emilia sino all’A.A.1999-2000.

1993 Il 1 novembre 1993 il prof. Carlo Cipolli assume la carica di Rettore dell’Università di Modena. Sarà Rettore sino al 31 ottobre 1999.
Il 13 ottobre 1993 é istituito il Dipartimento di Scienze dell’Ingegneria, attivato il 1 gennaio 1994, cui afferiscono quattordici tra docenti e ricercatori universitari delle aree dell’Ingegneria Meccanica, Civile e dell’Informazione.
Direttore sino al 31 ottobre 1996 è il prof. Giovanni S. Barozzi. Il prof. Gianni Immovilli sarà Direttore del DSI dal 1 novembre 1996 sino alla sua disattivazione, 31 dicembre 2001.

1994 Nell’A.A. 1994-95 é attivato il Corso di Diploma Universitario in Informatica ed Automatica, poi denominato D.U. in Ingegneria Informatica, a seguito di trasformazione della Scuola Diretta ai Fini Speciali in Informatica, della Facoltà di Scienze MM.FF.NN.
Nel medesimo anno accademico, presso la Facoltà di Ingegneria di Modena, sono attivati i Dottorati di Ricerca in Ingegneria Informatica e in Ingegneria dei Materiali. Il primo è coordinato dal prof. Claudio Canali, che lo governerà sino al 2005, anno della sua prematura scomparsa.

1995 Nasce il Master in Car Engineering, primo Master attivato dalla facoltà, ma anche primo Master in Italia dedicato all’ autoveicolo. Il master, tuttora attivo, prenderà in seguito la denominazione di Master in Ingegneria del Veicolo.

1996 L’A.A. 1996-97 vede l’attivazione del Corso di Laurea in Ingegneria Elettronica.

1998 Il prof. Giovanni S. Barozzi succede al prof. Pellacani nella carica di Preside dal 15 ottobre 1998. Ricoprirà l’incarico sino al 31 ottobre 2004.
A seguito di modifica di Statuto, con DR 08.06.1998 n. 35, pubblicato sulla G.U. del 02.07.1998 n. 152 s.g., l’Università di Modena assume la forma di Ateneo a rete di sedi con la denominazione di Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia.
E’ programmata, tra l’altro la costituzione di una nuova Facoltà di Ingegneria presso la Sede di Reggio Emilia.
Il 22 ottobre 1998 viene siglata a Torino la Convenzione tra la Scuola di Applicazione di Torino, il Politecnico di Torino, l’Accademia Militare di Modena e l’Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia per la frequenza ai Corsi di Laurea in Ingegneria Elettronica, Informatica, delle Telecomunicazioni, Meccanica e Civile da parte degli Ufficiali del Corpo degli Ingegneri dell’Esercito Italiano. Dall’A.A. 1998-1999, gli Allievi Ufficiali divengono ad ogni effetto studenti della Facoltà di Ingegneria di Modena, ove frequentano i primi due anni di Corso.

1999 Il 1 novembre 1999 il prof. Gian Carlo Pellacani assume la carica di Rettore dell’Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia. Ricoprirà la carica sino al 31 ottobre 2008.

2000 Le opere civili relative al I stralcio funzionale del Campus di Ingegneria sono consegnate all’Ateneo il 17 settembre 2000; le opere di urbanizzazione vengono ultimate il 30.11.2000. La consistenza complessiva delle opere civili é di 13.000 m2, includendo 4.800 m2 dell’edificio di Facoltà, 6.640 m2 di aree dipartimentali, 960 m2 di laboratori pesanti e 600 m2 di centrali tecnologiche.
Il 2 dicembre 2000 gli edifici del Campus di Ingegneria sono inaugurati alla presenza del Ministro dell’Università e della Ricerca Scientifica, on. Ortensio Zecchino. Contestualmente la Facoltà conferisce al dott. Luca di Montezemolo la Laurea ad Honorem in Ingegneria Meccanica.

Luca Cordero di Montezemolo

 

Con l’A.A. 2000-01 la Facoltà di Ingegneria di Modena anticipa l’attuazione del D.M. 03.11.1999, n. 509, attivando il I anno dei Corsi di Laurea in Ingegneria Informatica, Ingegneria Elettronica, Ingegneria Meccanica, Ingegneria dei Materiali, con contestuale disattivazione del primo anno dei Corsi di laurea e di DU di previgente ordinamento.

2001 Il Dipartimento di Ingegneria dei Materiali e dell’Ambiente (DIMA) é attivato il 1° novembre 2001 presso il nuovo Campus di Ingegneria. Ne è Direttore la prof.ssa Anna Corradi che terrà la carica sino al 31.10.2009. Le succederà il prof. Francesco Pilati sino alla disattivazione del Dipartimento stesso nel giugno 2012.

2002 Il 1° novembre 2002 sono attivati il Dipartimento di Ingegneria dell’Informazione (DII) e il Dipartimento di Ingegneria Meccanica e Civile (DIMeC). Direttore del DII è il prof. Gianni Immovilli, Direttore del DIMeC è il prof. Angelo O. Andrisano. Ad essi succederanno dal 1° novembre 2010 e sino alla disattivazione delle due strutture (giugno 2012), rispettivamente la prof.ssa Sonia Bergamaschi e il prof. Alessandro Capra.
Nell’A.A. 2001-02 vengono attivati i Corsi di Laurea di primo livello in Ingegneria delle Telecomunicazioni e in Ingegneria Ambientale, nonché, per i soli allievi dell’Accademia Militare di Modena, i Corsi di Laurea in Ingegneria Civile e in Ingegneria Edile.
Nell’A.A. 2002-03 è attivato il Corso di Laurea Specialistica in Ingegneria del Veicolo, e, nell’ A.A. 2003-04 i Corsi di Laurea Specialistica in Ingegneria delle Telecomunicazioni, Ingegneria Informatica, Ingegneria Elettronica, Ingegneria per la Sostenibilità dell’Ambiente, e il Corso di Laurea Specialistica interfacoltà in Progettazione e Sviluppo di Nuovi Materiali
Il 22 aprile 2002 avviene il conferimento delle Laurea ad Honorem agli imprenditori Ivano Passini, Franco Stefani ed Oscar Zannoni, rispettivamente in Ingegneria Meccanica, in Ingegneria Informatica e in Ingegneria dei Materiali, con la presenza del Ministro alle Attività Produttive on. Antonio Marzano.

2003 Con il XVIII ciclo, prende avvio il Dottorato di Ricerca in Ingegneria Meccanica
Nel settembre 2003 il CdA approva il progetto definitivo del III stralcio edilizio relativo al Campus di Ingegneria. Il progetto prevede il completamento del II piano dell’edificio DIMA, l’ampliamento dei laboratori Pesanti e dei laboratori Leggeri, l’ampliamento dell’edificio di Facoltà. Restano esclusi dal progetto il completamento della Biblioteca e delle aule al secondo piano della nuova ala di Facoltà.
Dal 29 agosto 2003 il prof. Rodolfo Cecchi, docente della facoltà, è Pro Rettore per la sede di Modena. Conserverà la carica sino al 31 ottobre 2008.
Si attivano due nuovi Master di II Livello: Master in “Sicurezza dei sistemi informatici: normative e tecniche avanzate di protezione”, organizzato congiuntamente dalle Facoltà di Giurisprudenza, Ingegneria di Modena e Medicina e chirurgia, Master in “Oleodinamica – Fluid Power”, frutto di una collaborazione didattica tra la Facoltà di Ingegneria – di Modena, la Facoltà di Ingegneria – di Reggio Emilia e l’Imamoter – CNR di Ferrara, sotto il patrocinio dell’Assofluid e dell’UNACOMA.

2004 Il 1 novembre 2004 assume la carica di Preside di Facoltà il prof. Paolo Tiberio. Sarà Preside sino al 31 ottobre 2007.
In base ad una nuova Convenzione stipulata tra l’Accademia Militare di Modena, l’Università di Modena e Reggio Emilia, la Scuola di Applicazione e Istituto di Studi Militari dell’Esercito di Torino e il Politecnico di Torino per la frequenza ai Corsi di Laurea e Laurea Magistrale in Ingegneria da parte degli Ufficiali del Corpo degli Ingegneri dell’Esercito Italiano, dall’A.A. 2004-2005 gli Allievi del Corpo degli Ingegneri conseguono il titolo della Laurea presso la Facoltà di Ingegneria di Modena, e successivamente la laurea Magistrale preso il Politecnico di Torino.
In prima applicazione vengono attivati i Corsi di Laurea in Ingegneria Edile, Ingegneria Civile, Ingegneria Elettronica, Ingegneria Meccanica, Ingegneria Informatica ed Ingegneria delle Telecomunicazioni.

2005 Il 21 febbraio 2005 il Rettore conferisce la Laurea ad Honorem in Ingegneria Meccanica all’imprenditore Piero Ferrari.
Il 23 maggio 2005 il Rettore conferisce la Laurea ad Honorem in Ingegneria Meccanica agli imprenditori Luciano Passoni e Vero Greco.
L’A.A. 2005-2006 vede la creazione delle Scuole di Dottorato di Ricerca dell’Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia, tra queste: la Scuola in “High Mechanics and Automotive Design & Technology” presso il DIMeC e la Scuola in “Information and Communication Technologies” (ICT), presso il DII. Le due Scuole assorbono i Corsi di Dottorato in Ingegneria precedentemente attivi nella sede di Modena. Direttori delle due scuole sono il prof. Antonio Strozzi e la prof.ssa Sonia Bergamaschi.

2006 Nell’ottobre 2006 vengono ultimati e consegnati i lavori relativi al completamento del secondo piano del DIMA. Successivamente vengono consegnate le espansioni dei laboratori pesanti e leggeri.

2007 Nel mese di maggio il Consorzio Universitario per la Promozione e lo Sviluppo della Facoltà di Ingegneria delibera un ulteriore contributo per il completamento delle finiture/arredi delle aule di Facoltà originariamente previste al grezzo e dei locali della Biblioteca.
Dal 1 novembre 2007 é Preside della Facoltà di Ingegneria di Modena il prof. Giuseppe Cantore. Conserverà la carica sino alla disattivazione della Facoltà (31 ottobre 2012).
L’A.A. 2007-08 vede l’avvio del Corso di Laurea in Ingegneria Civile.
E’ attivato il Master biennale per “Esperti d internazionalizzazione delle imprese” in collaborazione con l’Istituto Commercio Estero e Assessorato alle Attività Produttive della Regione Emilia Romagna. Ne è Direttore il prof. Angelo O. Andrisano. La seconda edizione si tiene negli A.A. 2009-2010 e 2010-2011.

2008 Il 4 giugno 2008 contestualmente all’inaugurazione del nuovo complesso della Facoltà di Ingegneria di Modena, viene conferita la Laurea ad Honorem all’imprenditore Alberto Mantovani. Nell’occasione la Facoltà ricorda l’opera di Giuseppe Panini con una targa disposta nell’atrio della nuova ala.

L’ 8 ottobre 2008 si ha l’inaugurazione dell’ installazione nella corte della Facoltà del velivolo F-104 S ASA – M “Starfighter”, dono del 4° Stormo “Amedeo d’Aosta” di Grosseto.
Dal 1 novembre 2008 Magnifico Rettore dell’Università di Modena e Reggio Emilia è il prof. Aldo Tomasi. Sarà Rettore sino al 31 ottobre 2014.
La Biblioteca Universitaria Scientifico-Tecnologica, completamente rinnovata anche grazie al contributo di Ferrari SpA, è inaugurata dal Magnifico Rettore l’11 dicembre 2008.
Nel marzo 2008 l’Ufficio Stage della Facoltà organizza la prima edizione Ingegneri@mo, giornata di incontro tra Aziende, Enti, Associazioni d’impresa del territorio, docenti e studenti. La manifestazione si è ripetuta annualmente con grande riscontro da parte di tutte le parti interessate, testimoniato, nella settimana edizione del 2014, dalla partecipazione di 50 Aziende e circa 400 studenti.

2009 Nel mese di gennaio l’ufficio ILO dell’Ateneo e il Consorzio Democenter-Sipe sono trasferiti e alloggiati al secondo piano dell’edificio laboratori Leggeri, in attesa di sistemazione definitiva presso la progettata palazzina dell’Innovazione prevista dallo sviluppo del Tecnopolo di Modena.
Il 2 dicembre 2009 il Rettore convoca la seduta di scioglimento del Consorzio Universitario per la Promozione e lo Sviluppo della Facoltà di Ingegneria.

2010 Il 16 giugno 2010, a seguito di Decreto Rettorale del 18 maggio 2010, alla presenza dell’avv. ing. Luca di Montezemolo, Presidente di Ferrari SpA, e dell’ing. Piero Ferrari, la Facoltà di Ingegneria di Modena è intitolata ad Enzo Ferrari.

Il 2010 vede il coronamento della lunga attività di ricerca svolta da diversi Dipartimenti nel contesto di successive azioni promosse continuativamente dalla Regione Emilia Romagna sin dal 2004. Vengono infatti creati i Tecnopoli di Modena e di Reggio Emilia. In particolare, a seguito di delibera del SA del 3.11.2009, viene costituito presso il DIMeC “il Centro Interdipartimentale per la ricerca applicata e i servizi nel settore della meccanica avanzata e della motoristica” sinteticamente denominato “Centro INTERMECH-MO.RE”. Il Centro è promosso dai Dipartimenti di Ingegneria Meccanica e Civile (progetto Simech), di Ingegneria dei Materiali (progetto MatMech), di Ingegneria dell’Informazione (progetto Softech), di Scienze e Metodi dell’Ingegneria (progetto Mectron), di Fisica (progetto Sup&rman). Il Centro promuove e coordina studi e ricerche intersettoriali nei campi della Meccanica Avanzata, della Motoristica proponendosi quale interlocutore delle Imprese industriali del territorio per attività di consulenza, di servizio e di collaborazione per lo sviluppo di nuovi prodotti e processi e per il miglioramento di prodotti e processi esistenti. Nel 2011 il Centro consegue l’accreditamento della Regione Emilia Romagna.
Il Centro, diretto dal prof. Angelo O. Andrisano dalla fondazione sino al 2013, è ora coordinato dal prof. Tiziano Manfredini.

2011 Gli Organi accademici approvano la creazione di un secondo laboratorio tecnologico inserito nella Rete di Alta Tecnologia della Regione Emilia Romagna. Il Centro Interdipartimentale di ricerca industriale “Softech: ICT per le imprese” (in breve CIRI SOFTECH-ICT), si propone come riferimento per le imprese del territorio che intendono sviluppare o adottare soluzioni avanzate nel settore ICT e degli Enti Pubblici che di tali imprese intendono favorire l’innovazione e la competitività. Il Centro promuove e coordina attività di ricerca applicata e di trasferimento tecnologico nel settore ICT (informatica, elettronica, automatica, telecomunicazioni) e dei relativi modelli organizzativi e di business. Tali attività comprendono l’erogazione di servizi di analisi e di consulenza, lo studio e la valutazione delle nuove tecnologie, la progettazione di funzioni innovative, la prototipazione dimostrativa delle soluzioni studiate.
Il Centro, inizialmente diretto dal prof. Flavio Bonfatti, è ora coordinato dalla prof.ssa Rita Cicchiara.

Per il triennio 2011-13, i Centri INTERMECH-MO.RE e SOFTECH-ICT sono stati rispettivamente chiamati a coordinare le attività delle Piattaforme “Meccanica e Materiali” e “ICT e Design” della Rete Alta Tecnologia della Regione Emilia-Romagna.

2012 A seguito del dettato della Legge 30 dicembre 2010, n. 240, le strutture dipartimentali divengono titolari delle funzioni didattiche, precedentemente affidate alle Facoltà, oltre che dell’organizzazione della ricerca e delle attività di terza missione. Con decorrenza 30 giugno 2012, è quindi attivato il Dipartimento di Ingegneria “Enzo Ferrari”, DIEF, con decreto Rettorale n. 42/2012. Nel nuovo Dipartimento confluiscono le attività didattiche sino ad allora gestite dalla Facoltà di Ingegneria “Enzo Ferrari” e le attività di ricerca del Dipartimento di Ingegneria dell’Informazione, del Dipartimento di Ingegneria Meccanica e Civile, e del Dipartimento di Ingegneria dei Materiali e dell’Ambiente.
Il prof. Alessandro Capra è contestualmente eletto Direttore del DIEF.
In occasione della crisi sismica del maggio 2012 docenti, ricercatori e studenti della Laurea Magistrale in Ingegneria Civile prestano la loro opera di volontariato alle popolazioni colpite, assistendo i centri della Protezione Civile nei territori del cratere e collaborando con gli organi regionali alla verifica delle condizioni di agibilità di edifici pubblici e privati.

2013 Il prof. Angelo O. Andrisano viene eletto Rettore; entra il carica il 1 novembre 2013.
L’anno accademico 2013-2014 vede la creazione della Scuola di Dottorato di Ricerca in Ingegneria Industriale e del territorio “Enzo Ferrari” (fino al XXVIII ciclo Dottorato in High Mechanics and Automotive Design & Technology), Direttore è il prof. Paolo Tartarini.
Resta attiva, con denominazione immutata la Scuola di Dottorato in “Information and Communication Technologies” (ICT), Direttore è prof. Giorgio M. Vitetta.

2014 Il 13 dicembre 2014 vede l’inaugurazione all’interno del Campus di Ingegneria dell’edificio destinato ad ospitare il Tecnopolo di Modena, facente parte della Rete Regionale Alta Tecnologia della Regione Emilia-Romagna.
La struttura è destinata ad ospitare ricercatori industriali e imprese spin off universitarie, ponendosi quale obiettivo primario lo sviluppo di servizi di ricerca alle imprese del territorio.

2015 Nel marzo 2015 il Dipartimento di Ingegneria “Enzo Ferrari” ospita la prima edizione di Morejobs, il career Day di Ateneo, nel quale confluiscono le esperienze dei diversi Dipartimenti, tra cui, in particolare, Ingegneri@mo. L’organizzazione è affidata al DIEF con la collaborazione dell’Ufficio Placement di Ateneo, di ER.GO e dei Dipartimenti di Unimore.

Nella ricorrenza dei 25 anni dalla fondazione della Facoltà di Ingegneria di Modena, il Dipartimento di Ingegneria “Enzo Ferrari”, in collaborazione con l’Ateneo, propone un ricco elenco di eventi a carattere scientifico, didattico e culturale.

 

Il Ministro Guidi ed il Rettore Andrisano

Il Ministro Guidi ed il Rettore Andrisano

L’inaugurazione delle celebrazioni ha luogo il 16 marzo 2015 alla presenza del Ministro dello Sviluppo Economico, dott.ssa Federica Guidi.

back